“Analisi delle schede dallo 0 ai 4 anni dello Standard-OMS”- dott. Gilberto Gobbi

Dopo l’articolo del prof. Alessandro Benigni e il video del mio intervento sulla pedofilia, pubblichiamo uno scritto del dott. Gilberto Gobbi, psicologo e psicoterapeuta, che riporta una riflessione sullo “Standard per l’Educazione Sessuale in Europa”. Il dott. Gobbi affronta la fascia 0/4 anni dello Standard.

ANALISI DELLE LE SCHEDE DALLO 0 AI 4 ANNI DELLO STANDARD-OMS

di Gilberto Gobbi

Precursori della percezione sessuale – Il documento parla di precursori delle percezioni sessuali, che iniziano nel grembo materno e si trasformano successivamente continuando per tutto l’arco della vita. Vi è, cioè, nel bambino la capacità di godere del contatto fisico proprio dell’interazione “tonico-emozionale” con la madre già nel grembo. Questo godere del contatto fisico viene identificato come precursore delle percezioni sessuali e quindi delle pulsioni. Le ricerche in questo ambito confermano che vi è una profonda interazione “psicoaffettiva” tra madre e bambino sin nel grembo materno.

Sappiamo anche che il contatto fisico è decisivo per la percezione del sé corporeo e la costruzione dell’immagine inconscia di sé. Ognuno di noi, sin dal primo vagito, inizia a formare nel profondo della psiche l’immagine del proprio corpo, profondamente connessa a quella della propria identità psicocorporea. Vi è un processo  impercettibile tra la psiche e il corpo, per cui il corpo diviene parte integrante del contenuto psichico. Il piacere, ma anche il dispiacere, deriva dalla fusionalità psicofisica iniziale con il corpo della madre: attraverso il contatto corporeo vengono espresse le emozioni positive e negative, si instaura una circolarità emozionale tra madre/bambino, per cui le emozioni della madre incidono sul comportamento del bambino e quelle del bambino incidono sul comportamento della madre. Vi è reciprocità. In psicologia si parla di interazione “tonico-emozionale”, perché attraverso la tonicità neuromuscolare vengono espresse le emozioni, positive e negative. L’interazione tonico-emozionale accompagnerà la persona lungo il corso di tutta la vita, con i suoi aspetti positivi e negativi, influenzando profondamente i vissuti, le emozioni e la stessa espressione delle capacità intellettive. Ogni bambino si gioca il futuro delle relazioni psicocorporee  nei primi mesi e anni di vita, perché in queste prime interazioni ha radici la strutturazione della personalità.

Continua a leggere

Annunci